Negli scorsi articoli ti ho svelato il “perché” io abbia deciso 10 anni fa di studiare il marketing e applicarlo al settore del Ballo anche se viene percepito come INUTILE nel nostro ambiente.

Osservando il lavoro di molti colleghi, anche molto noti, mi ero reso conto infatti delle seguenti cose:

1 – Puoi essere il miglior ballerino in circolazione e fare comunque la fame;

2 – Puoi essere un insegnante spettacolare e fare comunque la fame;

3 – Puoi avere tutto l’atteggiamento positivo di questo mondo che al confronto un ottimista sembra un depresso e fare comunque la fame;

4 – Puoi essere una persona gentile, disponibile e simpatica e fare comunque la fame;

5 – Puoi fornire ai tuoi allievi tantissimo “valore”, un servizio perfetto, avere tantissime competenze, essere estremamente “professionale” e fare comunque la fame;

Era evidente quindi che fosse necessario insegnare ai titolari di Scuole di Ballo il come crearsi un sistema adatto alla propria attività che generasse un flusso costante di nuovi clienti, per evitare di morire di fame nonostante preparazione tecnica, eccellenti servizi, cortesia, qualità, aggiornamenti, ecc… ecc…

A QUESTO PUNTO  SONO COMINCIATI I PROBLEMI

“Perché ‘” dirai tu …

Perché l’insegnante di Ballo medio è un presuntuoso che crede di NON aver bisogno di marketing per prosperare.  Lui è tanto bravo, è un artista e questo deve bastare.

Attenzione, non ho detto che TUTTI sono così, ma per la mia esperienza personali posso dirti che la MAGGIOR PARTE ragiona in questo modo!

Per le scuole di ballo l’unica strategia possibile sembrava “aprire e sperare” mentre qualche ardito spendaccione faceva fare volantinaggio nella sua zona, sponsorizzava il retro dei cartoni della pizza da asporto o se proprio quelli dell’“agenzia di pubblicità” riuscivano a scucirgli una barca di soldi avrebbe fatto la sua comparsata alla radio locale, o messo un cartello sulla strada.

Quindi in sintesi, mi sono reso conto – non serviva essere Einstein per capirlo – che se si voleva ottenere risultati e margini dignitosi non ci si doveva “copiare tra di noi”, visto il quadro generale sconsolante, ma imparare da qualsiasi altro settore commerciale.

Seguimi ancora un secondo. In un mercato “vergine” come era quello del ballo, alla fine degli anni ’90,  chiunque aprisse un corso era il primo. Se non era il primo nella grande città era comunque il primo nella piccola città. Se non era il primo nella piccola città, era comunque il primo al paesello.

Se non era comunque il primo al paesello era il primo nel quartiere.

Per anni anzi per decenni ci siamo limitati a riempire tutti gli spazi disponibili cercando di non darci fastidio a vicenda. E la cosa ha funzionato.

Poi è successo che anche qualche tuo allievo ha pensato che poteva imparare quello che facevi tu, si aggiornava un po’, trovava chi gli regalava un diploma in un week end, si spostava di quartiere in un posto vuoto e apriva la sua attività e diventava un tuo concorrente diretto.

E’ COSI’ CHE SI E’ SATURATO IL MERCATO

Ed è così che sarà sempre di più in futuro.

Ora, è importante che tu capisca che nel 2019 non puoi ragionare come negli anni ’90 e che ti servono sistemi, armi diversi per combattere questa guerra.

Anche se hai iniziato in un’epoca dove i clienti arrivavano da soli bastava che tu aprissi non puoi rimanere bloccato con la mente in quell’epoca.

Non si può più ragionare sulla base del “mi prendo il diploma e aspetto gli allievi” o “se faccio tante esibizioni e vedono come sono bravo correranno tutti da me!!” Perché semplicemente NON FUNZIONA PIU’ o comunque NON BASTA PIU’.

Se dovessi riassumere in una frase cosa deve fare un Insegnante di ballo oggi direi:

Auto convincersi a farsi il culo per imparare come si trovano sempre nuovi allievi, possibilmente paganti”.

Puoi fare come hai sempre fatto, oppure accettare che il mondo sia cambiato e fare qualcosa di “strambo”, di strano e di diverso agli occhi di tutti i tuoi concorrenti. Cioè metterti a trovare allievi per la tua Scuola di Ballo, anzi, chiamiamoli CLIENTI e facciamola finita con tutta ‘sta ipocrisia degli allievi/amici … sono clienti! Questo non significa che li rispetti meno, anzi! Proprio in quanto clienti avrai per loro un riguardo particolare.

La buona notizia è che se decidi di fare sul serio non dovrai metterci 10 anni come ho fatto io e spendere migliaia di euro di formazione Marketing. Perché esiste un prodotto che ho creato per risolvere questo problema, oltretutto low cost, semplice e intuitivo con il quale puoi cominciare ad acquisire nuovi clienti già dopo una settimana!ù

Un prodotto con il quale  potrai seguire le istruzioni come meglio credi e soprattutto potrai porre quando vorrai le tue domande e i tuoi dubbi al nostro team di esperti che ti guideranno passo passo nel raggiungimento dei tuoi obiettivi.

Imparerai a costruire un sistema per trovare e vendere a nuovi clienti in modo da poter realizzare finalmente il tuo sogno e avere una Scuola che funziona, che cresce e che nonostante tutte le difficoltà che comunque ci saranno là fuori saprà darti le giuste soddisfazioni.

Soddisfazioni personali, professionali, per i tuoi cari e per le persone alle quali tieni di più. Cos’hai da perdere nel tentare? Nulla perché come puoi decidere di provare e valutare con la tua testa e i tuoi occhi (e non per sentito dire), puoi uscire da questo mondo incantato se lo desideri con un semplice “click” senza ricevere domande o senza dover dare spiegazioni.

Se ancora non avevi deciso di fare il grande salto, OGGI è il momento giusto per te, in modo da arrivare a Settembre con una bella sorpresa per i tuoi concorrenti.

È il momento infatti di smetterla di fare il guardone su cosa fanno i tuoi concorrenti e tracciare tu una nuova strada.

È il momento infatti di smetterla di fare il guardone su cosa fanno i tuoi concorrenti e tracciare tu una nuova strada.

Contattami

Al tuo successo professionale

Sergio Togliani

VUOI ENTRARE IN CONTATTO CON NOI?

VUOI ENTRARE IN CONTATTO CON NOI?

Farlo è semplice, devi solo compilare il form qui sotto. Ti ricontatteremo per una prima chiacchierata senza impegno

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.
Il campo WHATSAPP deve contenere tra i 6 e i 19 caratteri e includere il prefisso del paese senza usare +/0 (es. 39xxxxxxxxxx per l'Italia)
?