Ciao ragazzi sicuramente non ne potrete più di sentirvi dire che questo è un momento difficile.

Così, senza stare a ripeterlo di nuovo proviamo a rivoltarci le maniche e vediamo cosa possiamo fare di pratico e concreto per la nostra Scuola di Ballo.

Innanzitutto, come possiamo adattare la nostra comunicazione per trarre il meglio da questo periodo?

Ecco 8️⃣ spunti che voglio condividere con voi in questo articolo.

Spero possano esservi utili.

Partiamo con una premessa.

È vero, le persone ancora non possono ballare in coppia.

Questo non significa però che non si possa rafforzare l’immagine dell’attività e prepararsi a ripartire alla grande.

In questo periodo stiamo osservando un enorme aumento del tempo speso dalle persone sui social e in parallelo un calo degli investimenti pubblicitari.

Questo significa meno bombardamenti pubblicitari, nuove opportunità e soprattutto più attenzione disponibile.

È un momento da sfruttare per creare contenuti e prendersi un po’ di quell’attenzione.

Sì, quando finalmente tutti potremo tornare a ballare anche chi non lo ha mai fatto vorrà provare!

Ma poi ci verrà prima in mente chi è sparito dai nostri radar per settimane, oppure chi è stato sempre presente con contenuti utili e interessanti?

Nella difficoltà del momento c’è la possibilità di seminare per il futuro di una Scuola di Ballo.

Ma cosa pubblicare?

Ecco 8️⃣ spunti che possono tornarci utili:

1️⃣ Condividere brevi video tutorial.

Mostrate passi semplici, azioni basiche, amalgamazioni che anche un principiante può provare a ripetere.

Risolvete i dubbi che accomunano tutte le persone alle prime armi.

Dovete attirare attenzione per quello che fate e “far venire voglia” di imparare a chi ancora non sa ballare.

2️⃣ Iniziare un programma di content marketing via mail

L’email marketing solitamente ha lo scopo di condurre il cliente all’acquisto di un prodotto o di un servizio.

In questo periodo, se non lo avete mai fatto, è il momento giusto per iniziare a programmare l’invio di una mail settimanale (come minimo!) con la quale condividere risorse utili, consigli e curiosità con la nostra lista di contatti.

Ricevere delle mail educative e di valore fa piacere al cliente e ci aiuta a creare una relazione profonda con i nostri allievi.

3️⃣ Organizzate lezioni di tecnica individuale

Comunicate ai vostri allievi il principio basilare che per ballare bene in coppia è necessario padroneggiare la propria tecnica individuale.

Sembra una cosa scontata ma non lo è!

Questi approfondimenti solitamente non si tengono nei corsi collettivi, manca sempre il tempo, questa è l’occasione giusta per fare di necessità virtù.

4️⃣ Creare il vostro canale YouTube

Non avete un canale YouTube?

Apritelo subito.

Ne avete già uno?

Verificate che sia un canale “a risposta diretta” cioè che sia strutturato e progettato per generare contatti di persone potenzialmente interessate ai vostri servizi e che non sia solo una vetrina.

Questo è in generale un momento in cui possiamo sfruttare quegli elementi differenzianti che ancora non sono emersi a sufficienza e i video, potete giurarci, in questa ottica sono fondamentali e in futuro avranno sempre più peso.

5️⃣ Raccontare la storia di come è nata l’attività della vostra Scuola e del vostro “perché” più intimo

Cosa vi ha portato ad aprire? Qual’è stata la molla che vi ha portato a passare da semplice appassionato ad Insegnante?

A tutti noi piacciono le storie, raccontiamo quella della nostra Scuola.

6️⃣ Presentare lo staff

Dare un volto umano ad un’attività permette di generare molta più empatia.

Possiamo pubblicare dei brevi post in cui ogni membro dello staff si racconta.

Come è arrivato a svolgere quella mansione?
Che esperienza ha?
Cosa gli piace del lavorare in nella nostra Scuola?

7️⃣ Preparare dei quiz sul Ballo

Si può optare per una versione semplificata facendo domande nelle storie di Instagram, oppure (scelta che preferisco) costruirne uno più interattivo su Facebook.

Per le domande si può spaziare all’infinito: dalla discografia, alla tecnica, dall’origine geografica di un particolare ballo.

Basta un po’ di fantasia.

È coinvolgente, divertente e abbastanza semplice e veloce da realizzare.

In questo caso lo scopo è intrattenere.

Ricordatevi le mie “3 I” della perfetta comunicazione: Informare, Intrattenere, Ispirare.

8️⃣ Puntare maggiormente sulle discipline che consentono un distanziamento fisico.

Balli di gruppo.

Country.

Danze medio – orientali.

Indipendentemente che vi piacciano o no, sono discipline che si possono praticare più o meno come nel periodo pre-Covid. Non è poco.

Il mio format BALLA&SNELLA è ripartito subito alla grande consentendo alle Scuole di Ballo che ne sono affiliate di monetizzare e così di respirare, in un periodo in cui “fare cassa” è fondamentale per gli equilibri della nostra attività.

Conclusioni.

Da confronti con altri marketer e imprenditori e dopo aver analizzato campagne di miei clienti, stiamo vedendo un abbattimenti dei costi di advertising (un amico mi confermava diminuzioni fino al 50% in alcuni casi).

Motivo in più per andare a sponsorizzare i contenuti che riteniamo degni di nota sulle persone che vivono nelle vicinanze della nostra Scuola.

Ci costruiremo così un pubblico potenzialmente interessato e in target.

È chiaro che per una Scuola di Ballo che in questo momento è quasi totalmente ferma può essere difficile investire in advertising.

Consideriamo però la riduzione dei costi e il fatto che le dimensioni del pubblico che vogliamo raggiungere sono limitate, essendo ads local.

Per questo anche un piccolissimo investimento giornaliero darebbe buoni risultati e gettare le basi per la ripartenza.

Bene, oggi mi sa che sono andato un po’ lungo 😁

Spero abbiate trovato spunti interessanti, se vi va confrontiamoci nei commenti

Un abbraccio,

Sergio

VUOI ENTRARE IN CONTATTO CON NOI?

VUOI ENTRARE IN CONTATTO CON NOI?

Farlo è semplice, devi solo compilare il form qui sotto. Ti ricontatteremo per una prima chiacchierata senza impegno

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.
Il campo WHATSAPP deve contenere tra i 6 e i 19 caratteri e includere il prefisso del paese senza usare +/0 (es. 39xxxxxxxxxx per l'Italia)
?