L’argomento del giorno parte con una domanda un pò scomoda:

Sei un insegnante antiquato?

No, non antiquato nel senso di vecchio in termini anagrafici …

Intendo antiquato come modo di pensare e di lavorare.

Magari non sai dare una risposta a questa mia domanda.

E lo capisco benissimo.

Guardandomi attorno, noto con dispiacere che anche gli insegnanti di Ballo più appassionati del

proprio lavoro, nonostante sappiano tutto dell’argomento ballo, nel lato capacità di generare profitti

importanti fanno acqua da tutte le parti.

Quando guardo come si promuovono, come sono organizzati con i corsi, come operano le loro

scelte noto che appartengono ad un’epoca definitivamente tramontata, superata, finita.

Con tutta onestà, non ho nessuna intenzione di passare per il guru di turno o per quello che

capisce sempre qualcosa più degli altri

Tuttavia, avendo vissuto in prima persona gli sviluppi degli ultimi 30 anni del nostro ambiente, mi

rendo conto che molte, moltissime Scuole di Ballo oggi, appartengono all’era paleolitica.

Anche io sono stato un insegnante di ballo dalla mentalità preistorica.

Si, anche io ho fatto il “maestro inconsapevole” per tanti anni. Inconsapevole di quante iscrizioni e

quanti soldi stavo lasciando sul tavolo. Devo dire che di fatto ho sempre insegnato e lavorato molto,

aderendo ad un modello che era quello che avevo visto fare ai miei insegnanti e che avevo

diligentemente ricalcato.

Insegnando tutti i giorni senza mai risparmiarmi ho pure guadagnato bene in tanti anni di Scuola di Ballo.

Per dire: mi sono comprato casa, il capannone della mia scuola e ho mantenuto dignitosamente me e la mia famiglia.

Ma non è neppure paragonabile rispetto a ciò che è cambiato da quando ho compreso che dovevo

ragionare da marketer e non da maestro di ballo!

Ho iniziato studiando i libri dell’epoca, quelli che poi sono diventati i testi sacri del marketing attuale, e ho creato le mie prime campagne, le prime mail, i primi funnel.

Ai tempi facevo poco, senza costanza e male.

Addirittura non avevo neppure una data base dei miei clienti ed ex clienti.

Ma ero partito e ed ero deciso a cambiare il mio modo di intendere il lavoro di maestro di ballo.

Ho sempre pensato che le procedure siano indispensabili per il successo di qualsiasi business,

che si tratti di un parrucchiere, un’estetista, una palestra.

Senza un protocollo da seguire, senza un sistema di acquisizione clienti è praticamente impossibile pensare di poter crescere.

Detto in parole semplici: se continui a fare quello che sei abituato a fare non ci sarà nessuna botta di culo che cambierà il tuo attuale tenore di vita.

Io all’inizio facevo tutto da solo, con uno schema nemmeno troppo preciso.

Poi ho cominciato a strutturare la scuola, compreso il marketing: ho preparato un preciso sistema di

accoglienza e oggi, senza timore di apparire immodesto, posso affermare che non credo esista una scuola di Ballo a Milano che offra un servizio così attento e curato nei dettagli al cliente come a Ballando System.

Quando i numeri sono cresciuti a fronte del marketing ho scelto tra gli allievi delle persone fidate

che mi hanno aiutato a portare avanti la baracca.

Nel frattempo avevo creato i miei franchising e applicato anche lì la filosofia che adotto nella mia Scuola.

Ho avuto un discreto successo ed ho continuato ad averlo.

Ma solo perché mi sono evoluto.

E con me lo hanno fatto anche le mie procedure, i miei prodotti e servizi.

Ho creato CORSIPIENI® perché mi sono reso conto che più si andava avanti e più i titolari di

scuole di Ballo (compreso me), avevano bisogno di implementare in azienda alcuni processi, semplici ma efficaci, per avere successo.

Ho capito il potere dell’organizzazione, della comunicazione e del marketing.

La qualità dell’insegnamento c’era anche prima … dopo 30 anni di aggiornamento tecnico ci mancherebbe anche fosse quello l’anello debole!

Ho insegnato e insegno ai titolari di Scuole di Ballo che senza evoluzione, senza comunicazione e

senza marketing stanno mettendo a rischio quanto di buono hanno fatto finora.

Oggi però, ho aggiunto un tassello a tutto questo.

Infatti c’è una cosa che ieri non pesava sulle spalle degli insegnanti di ballo.

Sto parlando della competizione.

Dieci anni fa nessuno sapeva cosa fosse il marketing.

A mala pena se ne parlava in alcuni blog nascenti su internet e tutto ciò che si respirava proveniva dalla lontana America.

Oggi gli imprenditori sanno come si fa marketing e lo usano per promuovere la loro azienda.

Questo ovviamente influisce anche su di te, perché se domani qualcuno vicino a te si sveglia ho l’impressione che potesti avere qualche preoccupazione alla sera, prima di dormire.

Ecco perché ho voluto organizzare un incontro informale e rilassato durante il quale poter parlare di tutto questo e capire cosa possiamo fare, già da domani, per riorganizzare la nostra scuola di ballo e renderla inattaccabile dalla concorrenza.

Credimi, non è difficile, se l’ho fatto io di sicuro puoi farlo anche tu.

Se vuoi continuare a concentrarti sul tuo ballo e credere che spendere ulteriori soldi in aggiornamenti e lezioni private farà esplodere di allievi la tua scuola fai pure, sei libero di crederci.

Se invece sei convinto che sia arrivato il momento di promuoverti come si deve, saper formulare offerte irresistibili, migliorare customer care, delivery, gestione dei numeri e così via, per aumentare ulteriormente la qualità della Scuola, ed al contempo smettere di pubblicizzarti con materiali che appartengono al paleolitico del marketing, allora non puoi mancare a

WORKSHOP DANCE MARKETING, il seminario di 3 ore full immersion dal quale tornerai a

casa con tonnellate di appunti, idee, spunti, ispirazioni e soprattutto modelli già fatti e pronti all’uso per le tue prossime campagne.

 

VUOI ENTRARE IN CONTATTO CON NOI?

VUOI ENTRARE IN CONTATTO CON NOI?

Farlo è semplice, devi solo compilare il form qui sotto. Ti ricontatteremo per una prima chiacchierata senza impegno

La tua iscrizione non può essere convalidata.
La tua iscrizione è avvenuta correttamente.
Il campo WHATSAPP deve contenere tra i 6 e i 19 caratteri e includere il prefisso del paese senza usare +/0 (es. 39xxxxxxxxxx per l'Italia)
?