In questo articolo vorrei passarti 4 semplici esempi per creare offerte capaci di attirare clienti nella tua Scuola, come non hai mai visto.

Una volta che le avrai preparate, i tuoi clienti, o i potenziali clienti, saranno talmente spinti a cogliere al volo l’offerta , che sarà quasi impossibile per loro resistere.

Se ti interessa conoscere i 4 principi che dovrai sempre applicare alle tue offerte per generare campagne vincenti vai avanti a leggere fino alla fine.

Questi consigli, che ho appreso dai miei maestri di marketing, sono gli stessi che io applico sempre nelle mie offerte.

Sono 4 esempi efficaci e testati che ti daranno risultati immediati.

Sei pronto? Bene, partiamo.

——-

1 – RIPETI CON ME: UN’OFFERTA DEVE AVERE SEMPRE UNA SCADENZA, ALTRIMENTI NON FUNZIONA

Prove libere tutto l’anno“, “30% di sconto sul secondo corso” ecc …
Quante volte ti capita di leggere queste frasi nelle pubblicità delle scuole di ballo?

Fare offerte senza scadenza, anche se parrebbe vero il contrario, è profondamente sbagliato.

Segnatelo: mettere una data di scadenza alla tua promozione aumenta MOLTISSIMO le probabilità che venga accolta!

Perché succede questo?

Prova a pensarci.

E’ un processo psicologico che riguarda tutti. Sarà capitato senz’altro anche a te, o ai tuoi allievi, non è un caso che una definizione di marketing sia “Psicologia applicata alla vendita

Facciamo un esempio:

Supponiamo che tu ti imbatti in un volantino che contiene l’offerta 20% di sconto tutto l’anno.

Ti sembra interessante, stai per chiamare, quando qualcosa ti distrae.

Pensi tra te e te, “poi richiamo, appena ho un momento libero

Ma magari quel momento non arriverà mai.

Sai che l’offerta è sempre valida per cui cominciano a passare dei giorni senza che tu ti decida.

Così i giorni passano, passano. Fino a che ti sarai completamente dimenticato di quell’offerta.

Morale: iscrizione persa, zero incasso. Zero guadagni.

Come vedi senza una data di scadenza precisa, la tua offerta è destinata a finire nel dimenticatoio. Come il 99% di quelle che non applicano questo segreto.

E ti posso assicurare che è così.

Mettere una scadenza alla tua offerta
aumenta in modo esponenziale
le tue probabilità di concludere una vendita, sia che riguardi un corso, uno stage, un evento

Le persone – tutte – hanno bisogno della leva dell’urgenza per muoversi.

Ti sarà capitato mille volte prenotando una vacanza, un concerto, un tavolo al ristorante …

Non è stato sentirsi dire ,”È possibile prenotare solo fino a …,” a farti decidere?

È questo meccanismo che devi capire e padroneggiare.
È la natura umana a spingerci all’azione quando sentiamo la pressione della possibilità di perdere un privilegio. Siamo fatti così.

Quindi ricorda:

La tua prossima offerta deve
prevedere una data di scadenza

Passiamo ora al secondo consiglio.

2 – QUANDO L’OFFERTA SCADE, SCADE.

Adesso sai che mettere un termine alla tua offerta è molto importante. Ma c’è qualcos’altro che devi fare, per massimizzare i tuoi risultati.

Cosa?

Mantenere la parola.

Se hai deciso che la tua offerta è valida per una settimana devono essere tassativamente 7 giorni. L’ottavo giorno l’offerta deve sparire dal mercato.

Punto.

E questo non significa essere troppo rigidi.

Semplicemente essere coerenti è fondamentale per mantenere la tua credibilità.

Se un cliente arriva a scadenza scaduta tu non dovrai MAI fare eccezioni.

Ricorda sempre, se cedi e concedi eccezioni …

Perdi di credibilità: il cliente sa che quello che dici non è vero. Troverà l’offerta anche il giorno dopo la scadenza. Quindi continuerà a rimandare l’acquisto.

Non educhi le persone ad acquistare secondo i tuoi tempi, e le tue modalità.

Annulli l’effetto psicologico di urgenza, di cui abbiamo perlato nel primo consiglio.

Questo significa che terminata un’offerta non potrai più farne altre?

Assolutamente no. Lo vediamo al punto 3 (il mio preferito)

Terzo consiglio:

3 – UN’OFFERTA DEVE ESSERE UNICA E IRRIPETIBILE.

Abbiamo detto che se un’offerta è scaduta, è scaduta. STOP

Non devi prolungare le vendite.

Quello che ancora non sai, e che ho intenzione di dirti tra poche righe, è che tu puoi continuare a fare ALTRE offerte, ma ad una condizione.

Per non invalidare il lavoro che hai fatto fino a qui, le tue offerte devono avere una caratteristica particolare. Devono essere uniche e irripetibili.

Già, ma cosa vuol dire?

Te lo mostro subito. Seguimi:

Ogni offerta deve apparire super attraente, e diversa da quelle che già hai fatto

Tu dirai: “Ma cavolo, un corso di ballo è sempre un corso di ballo! Come faccio a fare apparire unica e irripetibile la mia promozione?

E’ facile, credimi. Ti posso assicurare che ti basterà cambiare solo qualche particolare, per impacchettare la tua offerta in modo nuovo e fantasioso.

Facciamo un esempio:

Oltre alle riduzioni in termini di sconto percentuale, puoi giocare la carta BONUS, infilando nel tuo paccone una serie di prodotti “low-cost” che avrò il piacere di svelarti se ci troveremo a lavorare sul tuo progetto.
Sarà un piacere per me darti un numero spropositato di idee da impacchettare e inserire nella tua offerta trasformandola in unica e irripetibile, trasformandola cosi’ in una trappola capace di attirare clienti come le api al miele.

Come vedi avere sempre offerte uniche e irripetibili non è poi così difficile.

Ora sei a conoscenza anche di questo segreto, usalo e vedrai schizzare le tue iscrizioni.

Ma andiamo avanti, siamo giunti all’ultima di questa serie di tecniche psicologiche avanzate, per aumentare le vendite, con il consiglio n°4.

Quarto consiglio:

Questo punto, per essere ben compreso, richiede un ragionamento contro intuitivo

Vediamolo insieme:

4 – DEVI PREMIARE SEMPRE CHI SI ISCRIVE PER PRIMO E NON PER ULTIMO.

Ti sembra strano?

Vai avanti a leggere, c’è una sorpresa per te.

Nell’epoca dei “last minute” questo consiglio può apparire atipico. Ma credimi, dopo aver letto quello che ho da dire, sono certo che anche tu la penserai come me.

Quindi vediamo che senso ha premiare chi si iscrive per primo.

Si può comprendere al volo.

Ho preso come riferimento il meccanismo dei last minute per un semplice motivo.

Quale?

Te lo spiego con un esempio:

In una Scuola di Ballo i corsi sono partiti e le iscrizioni sono state inferiori alle aspettative. E allora il titolare cosa fa? Propone uno sconto stile “last minute” promettendo uno sconto a chi si iscrive a corsi iniziato.

Questo è veramente sbagliato.

Perché?

Perché magari cogli al volo l’offerta e ti iscrivi a sconto.

Dalla parte dei clienti, questo è sicuramente un vantaggio. Ma per te che hai la tua Scuola cosa significa?

Che ti fai del male da solo.

I clienti non sono scemi. Se si abituano che acquistando all’ultimo minuto risparmiano, secondo te, cosa faranno in futuro?

Semplice, aspetteranno.

Capisci ora l’importanza di premiare i clienti che acquistano per primi?

Se le persone sanno che iscrivendosi subito, possono usufruire di condizioni migliori (bonus speciali o sconti) saranno più propense a farlo sempre.

Questo è un meccanismo utile per i tuoi clienti che possono tranne un vantaggio dall’acquistare prima. Per te, che vendi prima e puoi pianificare meglio il tuo business.

Siamo arrivati alla fine di questo lungo e mi auguro interessante articolo.

Ora sei a conoscenza di leve psicologiche e meccanismi mentali che daranno una spinta alle tue offerte, facendoti realizzare più vendite.

Le puoi usare singolarmente, oppure mixarle tra loro all’interno delle tue offerte.

Se vuoi sapere come puoi applicare queste regole e conoscere cento altre idee online e offline per far volare le iscrizioni della tua Scuola di Ballo non esitare a prenotare una CONSULENZA TELEFONICA di 30 minuti in cui faremo un’analisi precisa della tua Scuola e della tua concorrenza in termini di marketing.

Già in questa prima chiacchierata potrai portarti a casa tanti spunti interessanti da applicare subito, capaci di aiutarti a riempire il cassetto della tua attività.

Richiedi qui una CONSULENZA GRATUITA con un messaggio WA: 337 737378

A presto!

Sergio